Toggle navigation
« Back to stories

Una distribuzione più intelligente riduce l'impronta di CO2

Una distribuzione più intelligente riduce l'impronta di CO2

Più che mai la società è consapevole delle minacce al cambiamento climatico e della necessità di concentrarsi su soluzioni di vita sostenibili, compreso il taglio dell'impronta di carbonio dei prodotti che consumiamo. Tuttavia, la progettazione e l'implementazione di queste soluzioni richiede di pensare, pianificare e identificare percorsi ottimali.

È il tipo di lavoro e progetti su cui si concentrano sempre le persone del dipartimento della catena di fornitura di Asahi International. Con un'impronta globale, spedizioni di birre di forte eredità e provenienza in tutto il mondo, Asahi International è continuamente alla ricerca di migliorare le sue modalità di fornitura, ottimizzando le rotte e l'impatto sull'ambiente.

L'ultimo progetto della catena di fornitura, che mira a sostituire parte del trasporto merci su strada in Europa con una combinazione di strada e ferrovia, ridurrà le emissioni di CO2 del 60% in un corridoio di trasporto tra Italia e Paesi Bassi. Oltre 300 fornitori hanno partecipato alla gara d'appalto, con 120 fornitori che hanno presentato le loro offerte su 320 diverse corsie di fornitura di Asahi International. Solo uno di questi fornitori potrebbe offrire una soluzione ferroviaria e stradale, poiché la disponibilità delle reti ferroviarie esistenti all'interno del nostro corridoio della catena di approvvigionamento determina la possibilità di implementare tali soluzioni.

Il progetto mostra la quantità di previdenza e pianificazione dei dettagli necessaria per soluzioni aziendali rispettose dell'ambiente. Il risultato è tuttavia degno, poiché tutti miriamo a proteggere la natura e lasciare un pianeta sano come eredità per le generazioni a venire.

Una distribuzione più intelligente riduce l'impronta di CO2
Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito Web e migliorare la tua esperienza. Per i dettagli, consultare la nostra politica sulla privacy. Respingere